Seleziona le date, inserisci il numero totale di persone per trovare la disponibilità e scegli fra le nostre migliori proposte.
Dal Cannonau al Moscato

Ai piedi del monte Limbara, nel cuore della Gallura, di cui è anche il centro culturale, si trova Tempio Pausania,  chiamata dagli antichi romani Gemellae, rinomata per la lavorazione del sughero e del granito, che caratterizza la costruzione dei suoi palazzi, marcatamente simili alle costruzioni del sud della Corsica. Anche le strade sono molto particolari, tutte lastricate in granito.
Tempio Pausania è famosa anche per altre tradizioni radicate come il Carnevale, le sorgenti di acque termali e oligominerali e per i suoi vigneti, da cui ha origine la produzione di vino, resa famosa in primis dal  Vermentino e il Moscato, ma non solo.
 
Fra i maggiori produttori di vino di Tempio Pausania ricordiamo l’azienda vinicola Cantina Gallura, dove i rigorosi sistemi di selezione, i moderni processi di vinificazione e di affinamento in botte o in barrique, danno vita a vini di alto livello qualitativo con caratteristiche organolettiche  in sintonia con l’evoluzione del gusto e le esigenze dei consumatori.

Punta di diamante della Cantina è il “Vermentino di Gallura”, unico vino in Sardegna a essere insignito, dal 1996, dell’ambita Denominazione di Origine Controllata e Garantita. I cinque tipici prodotti Canayli e Genesi (nella tipologia Superiore), Piras, Gemellae e Mavriana, tutti di eccellente livello, sono frutto delle più avanzate tecnologie. Accanto alle coltivazioni autoctone, Vermentino, Cannonau, Moscato, Pascale, Caricagiola, i soci della Cantina “Gallura” coltivano il “Nebbiolo”, vitigno, quest’ultimo, importato dal Piemonte nel 1700. Dalla vinificazione di queste uve si ottengono tre vini di qualità,  Karana, Dolmen e il novello Luna Nova, che in breve tempo si sono imposti all’attenzione del pubblico e della critica.

Oltre ai produttori di vino non dobbiamo dimenticare La Confraternita del Moscato di Tempio Pausania, che  si occupa dell’attività di informazione divulgazione e promozione di tutti i vini sia della Sardegna e della Gallura, attraverso numerose iniziative anche in associazione con le altre confraternite enogastronomiche presenti in Sardegna come ad esempio la Confraternita del Nebbiolo di Luras, la Confraternita del Vermentino di Berchidda, la Confraternita del Vermentino di Gallura di Monti e la Confraternita del Nepente di Oliena.

Attraverso un percorso di pochi chilometri ci spostiamo da Tempio Pausania verso Calangianus, un paese incastonato in una conca, quasi protetto dai monti circostanti Lu Casteddu, Gaspareddu e Lu Colbu. Il centro storico si articola in una serie di strade, di cui le principali lastricate in granito, con le case più antiche, in pietra, che si dispongono attorno alla chiesa parrocchiale. Calangianus è la meta ideale per compiere passeggiate tra boschi di lecci secolari e panorami mozzafiato, che spaziano dalla valle del Rio Razzucciu alle falde dei monti Bianchi, Li Conchi e Maratta. Ma la vista comprende anche le splendide isole di Soffi, Mortorio e Tavolara.
 
Cantina Tondini  è un’azienda  giovane; nasce, infatti, nel 2004 con l’obiettivo di produrre uve e vini di alta qualità. Il primo anno di produzione dei vini è relativo alla vendemmia 2004. Il vigneto si estende per 20 ettari suddivisi fra Vermentino di Gallura DOCG, Moscato e i vitigni dell’alta Gallura quali Nebbiolo, Sangiovese, Dolcetto, Caricagiola e Cannonau. I vigneti sono situati in una delle zone più adatte per la massima espressione del Vermentino, ad un’ altitudine compresa tra i 300 e i 400 mt. s.l.m. con esposizione sud-est; i terreni di natura granitica e il clima, con delle escursioni termiche anche di 25 C°, costituiscono un vero e proprio Terrorir viticolo. Fra i suoi vini più famosi abbiamo Karagnanj, un Vermentino D.O.C.G. Vendemmia tardiva, Taroni, un Cannonau di Sardegna D.O.C., Siddaiu, un Rosso colli del Limbara I.G.T. e Lajcheddu Isola dei Nuraghi moscato passito.

Cantina Tondini si trova in Via Sassari a Calangianus.

Azienda Vinicola Tamponi è sicuramente la più longeva della Gallura, ma anche la prima in Sardegna nello spumante moscato con metodo “champenois”. Nel 1929 iniziò la produzione dello spumante, utilizzando le uve di tre ottimi vitigni, il Tokai, il Vermentino e il Ritagliato, ed applicando il metodo classico.

Le vigne si trovano in località Riccinu Manisfalata a Calangianus.

Tornando a Olbia ci si può fermare alla Cantina Pedres, probabilmente una delle più antiche cantine della zona, di proprietà della  famiglia Mancini.  I vigneti da cui provengono le uve sono situati nel cuore della Gallura e precisamente nei comuni di Monti e Calangianus, ad un’altitudine di circa 300 s.l.m., dove le caratteristiche naturali del terreno e il clima mite creano un connubio eccezionale per la coltivazione delle viti.

La cantina Pedres propone molti vini dai più classici Vermentino, Cannonau e Colli del Limbara al vino spumante  Vermentino Brut e di Vermentino Brut Rosé.


Cantina Pedres si trova in zona industriale sett.7 a Olbia

Da Olbia  a Tempio Pausania 45 km
Da tempio Pausania a Calangianus 9.5 km
Da Calangianus a Olbia 34 km

TOT 88.5  km